Porridge di crusca d’avena

Oggi vi propongo il porridge di crusca d’avena! E’ in assoluto una delle mie colazioni preferite, semplice, veloce, gustosa ma soprattutto salutare e con un elevato potere saziante.
Ora il porridge si vede in tutte le salse: freddo, frozen, backed in forno, ma il vero porridge viene cotto nel latte e si mangia caldo, come una zuppetta.
Io e mia mamma lo mangiamo da anni e non ci stufa mai, il suo bello è che la base rimane la stessa, ma il topping cambia sempre in base alle voglie e alle stagioni!

Porridge di crusca d'avena
Porridge di crusca d’avena

Il termine porridge deriva dal termine anglosassone “pottage”, che significa “zuppa” o “stufato”. E’ un piatto tipico inglese e vi giuro che io a Liverpool ho mangiato il porridge più buono della mia vita, zuccherato in modo inconcepibile e in una porzione da cavallo, ma era astronomico!

La crusca è il residuo della macinazione dell’avena e deriva dall’involucro fibroso che la riveste esternamente. Generalmente è meno lavorata dei fiocchi, che invece subiscono un processo di cottura al vapore e vengono poi tostati, diventando l’avena in fiocchi che siamo abituati a mangiare.
La crusca ha un contenuto maggiore di fibre rispetto all’avena normale, ha un assorbimento lento, diminuisce l’altezza del picco glicemico e per questo ha un potere saziante maggiore. Inoltre, nella crusca ci sono circa il doppio di beta glucani rispetto all’avena normale; i beta glucani aiutano la riduzione dei livelli LDL e per questo l’assunzione di crusca è consigliata nei pazienti con colesterolo alto.


In generale, nell’avena si trovano alti livelli di vitamine di classe B, di ferro, magnesio e silicio, che serve per mantenere i tessuti connettivi trofici e quindi la pelle elastica. Per ultimo, l’avena contiene sei dei nove aminoacidi essenziali, più di qualsiasi altro cereale.

Bene, ora mangiamo!

Tempo richiesto: 20 minuti.

Serviranno 10 minuti di riposo della crusca nell’acqua e poi circa 10 minuti di cottura.

  • Ingredienti – per persona:

    – 25 g di crusca
    – 75 g di acqua
    – 150 g di latte vegetale (solitamente io utilizzo o cocco o mandorla)
    – Cannella (a piacere)
    – 3 fragole
    – Un pezzetto di banana
    – Granella di nocciole
    Per il topping: varia assolutamente in base ai vostri gusti, quello che vi propongo oggi è con fragole, banana e granella di nocciole, ma potete mangiarlo con quello che più vi piace! Magari nei prossimi giorni raccolgo delle idee e ve le metto tutte insieme in un post su instagram!

  • Esecuzione:

    Mettete la crusca di avena in un pentolino e bagnatela con l’acqua. Mescolate e lasciate che l’avena assorba l’acqua per circa 10 minuti. Mi raccomando, ancora tutto a fuoco spento!

    Nel frattempo, preparate i 150 g di latte vegetale in un bicchiere. Lavate la frutta e tagliate sia fragole che banana in fettine sottili, vi serviranno poi per decorare.

    Trascorsi i dieci minuti, mettete il pentolino sul fuoco (basso) e fate sobbollire affinchè l’acqua si assorba completamente. Iniziate ad aggiungere poco alla volta il latte vegetale e mescolate, aggiungete la cannella in base al vostro gusto.
    Fate assorbire il latte e continuate così fino a che non lo avrete aggiunto tutto, fate cuocere e in base alla consistenza finale che volete ottenere dovrete aspettare qualche minuto di più o di meno. A me piace abbastanza densino, ma è molto soggettivo.

    Versate la vostra crema porridge in una ciotola, decorate con le fettine di fragola e banana, aggiungete le nocciole tritate e siete pronti per gustarvi la vostra colazione.

Ecco pronto il vostro porridge di crusca d’avena, perfetto per iniziare al meglio la giornata!

Fatemi sapere se vi piace e come fate voi il topping! Aspetto le vostre idee, i vostri commenti e le foto, taggatemi e usate l’hashtag #pappalardella!

Se siete alla ricerca di altre ispirazioni per la colazione, visitate la sezione colazione del blog! Se invece cercate idee, vi aspetto sulla home!

Grazie mille per essere passati di qui, a presto!

4,4 / 5
Grazie per aver votato!